Orinamento: Data | Titolo

24 novembre 2017

Gagliano Giuseppe Geoeconomia e potenza

Con la caduta del muro di Berlino e la fine dell’URSS, lo scenario internazionale si è arricchito di nuovi aspetti come la globalizzazione degli scambi, la deindustrializzazione del mondo occidentale e la crescita della potenza di Paesi come la Cina, il Brasile e la stessa Russia post-comunista. Fino a quel momento l’analisi geo-economica dominante era di tipo concorrenziale e poneva al centro dei rapporti di forza economici l’impresa. Attualmente, per poter cogliere le contraddizioni fra le politi¬che di potenza, le pratiche di mercato e gli approcci dei territori è necessario adottare una nuova chiave di lettura che non sia così restrittiva e includere invece altri elementi d’analisi come la potenza, il mercato e il territorio. Su queste è utile servirsi della griglia harbulotiana di potenza/mercato/territorio (PMT).

 

13 novembre 2017

Gagliano Giuseppe Problemi e prospettive della guerra economica

Lo scopo del presente report è quello di definire il concetto di guerra economica ,le sue tipologie e le sue finalità attraverso l'approccio metodologico della Scuola di guerra economica di Parigi. Grazie a questa modalità interpretativa sarà possibile dimostare come l'economia non sia caratterizzata dalla libertà economica ma dalla guerra economica ,strumento determinante per il conseguimento e il mantenimento del potere da parte degli stati. A tale riguardo è necessario sottolineare come il concetto di guerra economica confermi una visione della politica internazionale come un permanente campo di forze antagoniste

 

26 settembre 2017

Gagliano Giuseppe SFIDE GEOECONOMICHE La conquista dello spazio economico nel Mondo contemporaneo

Presentazione di Arduina Paniccia Introduzione di Carlo Jean

 

23 agosto 2017

Thibault Kerlizin,Greenpeace.Une ONG à double-fond(s) ? Entre business et ingénierie du consentement

Il Cestudec,in collaborazione con la School of Economic Warfare di Parigi,ha il piacere di presentare per la prima volta in Europa un report redatto in lingua francese da Thibault Kerlirzin ,diplomato alla School of Economic Warfare ,basato su fonti aperte relativo alla guerra informativa attuata da Greenpeace nei confronti di alcune industrie francesi.Inoltre il report pone l'attenzione sui conflitti di interessi di natura economica della associazione ambientalista e sui considerevoli finanziamenti privati che riceve. Link in francese di Infoguerre:http://www.infoguerre.fr/matrices-strategiques/publication-de-letude-greenpeace-ong-a-double-fonds-entre-business-ingenierie-consentement-5950 Link in francese della Ege:http://ege.fr/index.php/actualites/la-revue-de-presse/item/international-l-ege-realise-une-etude-pour-le-cestudec-centre-italien-d-etudes-strategiques.html

 

12 agosto 2017

Francesco Snoriguzzi Grrenpeace:davvero paladini dell'ambiente?

L'Indro

 
Ricerca
      
dal    al